Menu Chiudi

La danza nello spazio vuoto

“Gli esseri umani hanno una tendenza naturale a considerare la permanenza delle cose, l’ego mi fa apparire come indipendente da tutto. Vede un tavolo come una cosa indipendente. Vuole sperimentare tutto come se fosse immutabile. Non abbiamo bisogno di Einstein per dirci che non è così. Perché nasciamo e moriamo. Perché quando qualcosa inizia ad esistere, finirà per disintegrarsi e cambiare forma. La luce diventa buio, la notte giorno. Le particelle subatomiche danzano nello spazio vuoto e non possono essere misurate o fissate né nel tempo, né nello spazio.”
– Gehlek Rimpoche